In offerta!
Classici

Il crimine del Congo

Contributi di: Motta Giuseppe

Con questo volume del 1909, tradotto in italiano per la prima volta, Sir Arthur Conan Doyle – creatore del celeberrimo Sherlock Holmes – denunciò senza giri di parole le atrocità commesse ai danni della popolazione del Congo belga da parte del regime coloniale di Re Leopoldo II. Le sue tesi a sostegno della Congo Reform Association, organizzazione fondata pochi anni prima da Edmund Dene Morel contro i crimini europei nel paese africano, ci hanno lasciato una preziosa testimonianza su uno dei genocidi dimenticati del XIX secolo. L’autore di Uno studio in rosso e del Segno dei quattro, capisaldi del genere poliziesco, affronta qui questioni di ordine politico e umanitario entrando di diritto fra quanti misero il loro nome al servizio di una giusta causa, come Émile Zola con il suo J’Accuse.

14,00 13,30

Quantità
Autore Doyle Arthur Conan
Dimensioni 13x5x21
Pagine 196
ISBN 9788832103502

Avvenire 7/07/2020