In offerta!
International Gramsci Society-Italia / Saggistica

L’Europa di Gramsci

I saggi raccolti nel volume analizzano la ricezione della cultura filosofica e letteraria europea nell’opera di Antonio Gramsci. La dimensione europea caratterizza fortemente l’originalità del pensiero gramsciano, ricco di influenze eterodosse rispetto alla tradizione del socialismo italiano e del marxismo positivista: una particolare lettura dell’idealismo tedesco e dell’Illuminismo, del soggettivismo di Sorel e Bergson, della dialettica di Lenin; del significato sociale dell’opera letteraria di Goethe, dei fratelli Grimm, di Tolstoj, Dostoevskij, Kipling, Dickens, del teatro di Ibsen, del Proletkult rivoluzionario, a partire dagli anni universitari torinesi fino alle traduzioni negli anni del carcere. Oltre a tali argomenti, i saggi raccolti trattano della critica del senso comune nel romanzo d’appendice (Dumas e Sue), del pragmatismo e dell’empirio-criticismo; dei punti di contatto col marxismo contemporaneo di Lukács; della riflessione sul linguaggio e sulla traducibilità dai vasti risvolti teorici, nonché direttamente politici. Potrà emergere dunque, dal complesso dei saggi, la concezione in Gramsci di una profonda unità dialettica e traducibilità reciproca delle culture e delle società europee, nell’arco di una ricerca ventennale costantemente volta alla fondazione di una nuova egemonia. A cura di Lelio La Porta e Francesco Marola.

18,00 17,10

Quantità
Autore La Porta Lelio / Marola Francesco
Collana International Gramsci Society-Italia
Data di pubblicazione Settembre 2022
Dimensioni 14x21
Pagine 272
ISBN 979-12-5963-144-2
Non ci sono recensioni disponibili