07 maggio 2018   •   Eventi / News

Giovedì 10 maggio al Circolo Arci Sparwasser La macchina dello storytelling

Lo scandalo dei dati di Facebook, che ha riempito le prime pagine dei giornali delle ultime settimane, si è per il momento concluso con la chiusura della società Cambridge Analytica, pur negando di aver fatto qualcosa di illegale.

Il caso Facebook-Cambridge Analytica era esploso il 17 marzo scorso quando in esclusiva i quotidiani The Observer, The Guardian e il New York Times rivelarono che milioni di profili social di elettori americani erano stati violati dalla società. A sostenerlo l’ex dipendente Wylie: “Abbiamo sfruttato Facebook per raccogliere i profili di milioni di persone. E abbiamo costruito modelli per sfruttare ciò che sapevamo su di loro e mirare ai loro demoni interiori. E’ su questa base che l’intera società è stata costruita”.

E proprio a proposito da queste affermazioni si può partire per un approfondimento sul potere di narrazione dei social media, Facebook in particolare. Ed è questo il tema del libro La macchina dello storytelling di Paolo Sordi, che presenteremo giovedì alle 19.00 allo Sparwasser. Processando i metadati, i comportamenti e le interazioni di miliardi di utenti all’interno del giardino chiuso della piattaforma, l’algoritmo si impone come un narratore onnisciente e totalitario. Attraverso l’analisi del funzionamento del social network più famoso del mondo e con l’aiuto di riferimenti letterari e filosofici non scontati l’autore ci dimostra quanto la creatura di Zuckerberg si fondi su un’ideologia della tecnologia e del marcato funzionale solo alla monetizzazione, all’espropriazione e all’ingabbiamento dell’organizzazione sociale.

Presenteranno il libro:

Arturo Di Corinto, Direttore della Comunicazione del Laboratorio Nazionale di Cybersecurity e giornalista esperto di innovazione, per numerose testate, fra cui il manifesto, Il Fatto Quotidiano e la Repubblica.

Claudio Riccio, Digital strategist.

Modera Carmen Guarino di Sparwasser.

Vi aspettiamo numerosi!

 

Il libro
L’evento su Facebook